PUBBLICATO IL DECRETO DIRETTORIALE N. 309 SULLE EMISSIONI ODORIGENE

È stato pubblicato il decreto direttoriale con cui il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza energetica adotta le Linee di indirizzo per la gestione delle emissioni odorigene da impianti ed attività industriali.

Gli indirizzi si applicano in via diretta agli stabilimenti oggetto della parte quinta del Dlgs 152/2006 (soggetti ad autorizzazione unica ambientale – AUA, autorizzazione alle emissioni o regimi autorizzativi in deroga) e in via indiretta, come criterio di tutela da utilizzare nell’istruttoria autorizzativa, alle installazioni soggette ad autorizzazione integrata ambientale – AIA.

Gli indirizzi forniscono un primo elenco di impianti e di attività aventi un potenziale impatto odorigeno e che occorre considerarlo nelle domande autorizzative per individuare se utilizzare  una procedura ordinaria o una procedura semplificata di istruttoria.

Esiste inoltre una specifica disciplina per gli impianti per i quali emergano, nell’esercizio situazioni di crisi risultanti da segnalazioni, sopralluoghi, ecc.

In questi ultimi casi è prevista una speciale procedura istruttoria, a cui partecipano anche gli enti locali e territoriali e le autorità e le agenzie tecniche competenti in materia ambientale e sanitaria che valutano la necessità di attivazione del riesame o dell’aggiornamento dell’autorizzazione e successivamente i tempi da concedere al gestore per gli adeguamenti.

Negli allegati sono contenute le regole tecniche per lo svolgimento delle attività di predisposizione della domanda autorizzativa, per lo svolgimento delle istruttorie e per l’attività di controllo:

Allegato A.1 – Requisiti degli studi di impatto olfattivo mediante simulazione di dispersione

Allegato A.2 – Campionamento olfattometrico

Allegato A.3 – Strategia di valutazione della percezione del disturbo olfattivo

Allegato A.4 – Caratterizzazione chimica delle emissioni odorigene

Allegato A.5 – IOMS (Instrumental Odour Monitoring System)