Albo gestori ambientali

Precisazioni su trasporti intermodali e integrazioni sulle verifiche di idoneità RT

Con Circolare_n._2_del_1.8.2023 si è tornati sul tema dei trasporti intermodali di rifiuti, a seguito di una precisa richiesta avanzata da ANITA nei mesi scorsi.
L’Albo gestori aveva confermato che nel trasporto intermodale “è sempre consentito che il trasporto finale dei rifiuti su strada possa essere effettuato da impresa diversa da quella che ha iniziato il trasporto”. Erano state segnalate criticità durante i controlli su strada e l’Albo ha pertanto chiarito che analogamente alla tratta finale di un trasporto intermodale, è possibile che nella tratta iniziale il trasporto possa iniziare con un complesso veicolare composto da un veicolo a motore (trattore o motrice) nella disponibilità di un’impresa diversa da quella che ha in disponibilità il veicolo rimorchiato (semirimorchio o rimorchio).

La Deliberazione n. 3-2023 apporta modifiche e integrazioni in tema di verifiche per il responsabile tecnico.

In considerazione della scadenza del regime transitorio del 16 ottobre 2023 per le verifiche di aggiornamento dei responsabili tecnici il Comitato nazionale dell’Albo ha ritenuto opportuno prevedere delle sessioni straordinarie che consentano ai Responsabili Tecnici di svolgere le verifiche d’idoneità con procedure accelerate.